• I bambini della Scuola Italiana Parificata d'Ambasciata di Pechino incontrano il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella Pechino, 21 Febbraio 2017
  • Il progetto si ispira alla grande tradizione pedagogica e didattica italiana che, ancor oggi, e' un punto di riferimento per moltissime scuole nel mondo.
  • Una scuola che abbia una forte connotazione internazionale, che pur avendio radici italiane sappia rispondere alle esigenze di ciascun allievo e delle risdpettive famiglie di qualsiasi provenienza, che riconosca l'identita' di ciascuna cultura, delle diverse tradizioni, ma in una visione di dialogo, di scambio e di crescita che sappia valorizzare e ritrovare nei principi universali radici comuni.
  • Il progetto di istituire una scuola italiana a Pechino e' ambizioso e importante per l'immagine del nostro Paese, perche' oltre ad essere un servizio per gli italiani che vivono all'estero, potrebbe divenire uno straordinario veicolo di cultura e di dialogo tra noi, la Cina e altri Paesi del mondo.
  • "Chiamiamo educazione il coltivare modalita' diverse di andare dal passato e dal presente verso il possibile." Jerome Bruner

Festeggiando la Costituzione Italiana!

Festeggiando la Costituzione Italiana!

Quest’anno ricorre il settantesimo anniversario della nostra Carta Costituzionale.
 La Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata riconosce tra i propri valori i principi fondamentali della Costituzione, altresì ad essa si ispira il Piano dell’offerta formativa e tutti i percorsi didattici che ogni giorno vengono proposti.
 Tra i principi fondamentali della Costituzione, abbiamo scelto l’articolo 
33, “L’arte e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento”, poiché crediamo che ogni essere umano nasce libero e debba avere l’opportunità, durante la propria vita, di continuare a fare le proprie esperienze nel rispetto e nella libertà poiché solo attraverso la propria personale esperienza di libertà si riuscirà a rendere liberi altri uomini.

Domenica 10 giugno le bambine e i bambini della Scuola hanno festeggiato la fine di questo anno scolastico esprimendo sul palco e attraverso una mostra le modalità con le quali le arti, le scienze e la libertà dell’insegnamento dialogano nell’interdisciplinarietà e nella multiculturalità della nostra Scuola.

Segue il video “Omaggio alla Costituzione” , sintesi del progetto Cittadinanza e Costituzione.

Celebrating Italian Constitution!

This year, we celebrate the 70th anniversary of the Constitution of the Italian Republic. The Accredited Italian Embassy School of Beijing identifies amongst its founding values the fundamental principles of the Constitution. Besides, the “Piano dell’offerta formativa” (that is, the educational project) and all the educational activities take inspiration from the Constitution itself.

Amongst all the fundamental principles of the Constitution, we focused on Article 33 “The Republic guarantees the freedom of the arts and sciences, which may be freely taught”, because we strongly believe that all human beings are free by birth and shall have the opportunity, during their life, to make their experiences in freedom and respect, provided that, only experiencing freedom, they could free other men.

Sunday, June 10th the girls and boys of the School celebrated the end of the School year highlighting the many ways in which the arts, the sciences and the freedom in teaching are in a constant, interdisciplinary and multi- cultural dialogue at our School.

Enjoy the video by the kids of the School, tribute to the 70th anniversary of the Consitution of the Republic of Italy. Scan the QRcode:

Apertura della Scuola durante la pausa estiva

Apertura della Scuola durante la pausa estiva

Per informazioni e/o comunicazioni amministrative, vi preghiamo di fare riferimento a Isabell Geng (i.geng@scuolapechino.com) e Giulia Ziggiotti (g.ziggiotti@scuolapechino.com).

 Le famiglie potranno prendere appuntamento (Apt. 3-1-11), con il seguente orario:

  • Tutti i Lunedì, dalle ore 13:00 alle ore 16:00
  • Tutti i Martedì e Giovedì, dalle ore 08:00 alle ore 16:00

 La Scuola sarà chiusa dal 14 al 22 Luglio.

 

School working hours during the summer break

For information and/or any administrative issue, you shall refer to Isabell Geng (i.geng@scuolapechino.com) and Giulia Ziggiotti (g.ziggiotti@scuolapechino.com).

Families could schedule appointments (Apt. 3-1-11), during these weekly slots:

  • Monday, from 1 to 4 pm
  • Tuesday and Thursday, from 8 am to 4 pm

The School will be closed from July 14th to 22nd.

Perché sponsorizzare la Scuola Italiana

La Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata dell’Infanzia e Primaria di Pechino, l’unica Scuola italiana parificata in Asia Orientale, ha completato il suo terzo anno di attività e conta più di 80 bambini.

La Scuola Italiana è un progetto che fu promosso dall’Ambasciata d’Italia a Pechino. L’istituzione della Scuola è stata possibile grazie al lavoro di progettazione, realizzazione e gestione portato avanti a titolo gratuito dalla dott.ssa Mariassunta Peci ed altri connazionali, nonché grazie al generoso contributo finanziario messo a disposizione dalla Famiglia Cutrupia. La Scuola, unico caso al mondo, si avvale di una diretta collaborazione con Reggio Children.

La Scuola è nata con l’obiettivo principale di offrire un servizio alle famiglie e alle imprese italiane che risiedono in Cina. Grazie al curriculum bilingue (italiano-inglese con elementi di lingua e cultura cinese), la Scuola accoglie le bambine e i bambini provenienti da 17 differenti paesi (USA, UK, Francia, Spagna, Croazia, Albania, Congo, Perù, Polonia, Uruguay, Argentina, Nuova Zelanda, Portogallo, Irlanda, Malta, Russia, Ucraina) e costituisce un’importante veicolo di promozione della lingua e cultura italiana.

Oggi la Scuola è riuscita a raggiungere, anche grazie al contributo che riceve annualmente dal Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale per le scuole parificate, un sostanziale equilibrio finanziario che le consentirà di consolidarsi ulteriormente.

Servizio RAI News 24 a cura del corrispondente Claudio Pagliara – Festa di Natale 2016

In questi tre anni, numerose personalità del mondo delle istituzioni e del cultura hanno visitato la Scuola. In particolare, il 12 Novembre 2017, la Scuola ha ricevuto la visita della Ministra dell’Istruzione, Università e Ricerca, Valeria Fedeli.

L’atelier digitale e l’atelier del gusto, concepiti secondo l’esperienza del Reggio Emilia Approach, sono tra gli aspetti di eccellenza della Scuola e hanno consentito alla Scuola di essere protagonista di attività nell’ambito della Beijing Design Week e della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo.

Galleria di Immagini (Atelier del Gusto, Atelier Digitale, Soccer Day etc.) 

Altra collaborazione di prestigio è quella con Inter F.C., che mette a disposizione i propri allenatori italiani per corsi di calcio e con cui ogni anno è organizzato uno Sport Day.

Servizio RAI News 24 a cura del Corrispondente Claudio Pagliara – Soccer Day 2018

La Scuola è uno dei pilastri del sistema Italia in Cina ed il suo modello pubblico-privato è punto di riferimento per la realizzazione di altri progetti analoghi, a partire dalla costituenda scuola italiana dell’infanzia a Hong Kong.

Video Scuola dell’Infanzia a HKG

La Scuola è nata e rimane un progetto no profit con finalità sociale per la Comunità italiana in Cina. A tal fine, soggetti pubblici e privati sono invitati a favorire un consolidamento ulteriore della Scuola, contribuendo tramite la sponsorizzazione di borse di studio ovvero donazioni di beni e servizi.

Fino ad oggi, il primario contributo finanziario e per borse di studio è stato garantito dalla famiglia Cutrupia, mentre importanti contributi in-kind sono stati messi a disposizione da note aziende italiane o personalità italiane.

Il Consiglio di Gestione della Scuola ritiene importante che ulteriori soggetti possano supportare finanziaria la crescita della Scuola nel medio e lungo termine, soprattutto in termini di borse di studio messe a disposizione di famiglie italiane.

Per facilitare la valutazione da parte dei potenziali interessati, il Consiglio di Gestione ha deciso di indicare il valore di una borsa di studio in RMB 43,750 pari al 50% del costo delle rette della scuola primaria.

Gli sponsor saranno divisi in 3 categorie: silver sponsor/una borsa di studio, golden sponsor/fino a tre borse di studio, platinum sponsor/da tre borse di studio in su.

Per informazioni, contattare:

Mariassunta Peci

Ideatrice del Progetto e Coordinatore Scientifico e del Consiglio di Gestione

E: mariassunta.peci@yahoo.it

Giulia Ziggiotti

Manager della Scuola

E: g.ziggiotti@scuolapechino.com

 

SOCCER DAY 2018

Inter Academy Yihai Beijing Soccer Day

Web-TV by RAI Correspondent Claudio Pagliara: link

 

(IT) 

PECHINO – Si è svolta il 5 maggio la seconda edizione dell’Inter Academy Yihai Beijing Soccer Day, una giornata di festa dedicata al calcio, organizzata dalla Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata di Pechino per festeggiare il primo anniversario della partnership con Inter Academy Yihai Beijing.

L’Ambasciatore d’Italia in Cina, Ettore Francesco Sequi, ha sottolineato che “il settore calcistico in Cina negli ultimi anni è stato oggetto di una complessiva riforma, che offre grandissime opportunità di collaborazione tra l’Italia e la Cina. Con questo progetto”- ha aggiunto-“ la Scuola Italiana di Pechino ha intercettato la crescente passione per il calcio in questo Paese, facendone uno strumento di dialogo e unione tra i bambini, nonché di promozione di uno stile di vita sano basato sull’attività sportiva”.

Il progetto di collaborazione prevede l’attivazione di corsi calcistici extracurriculari per le bambine e i bambini di età compresa tra 4 e 9 anni, con il supporto diretto degli allenatori dell’Inter, al fine di valorizzare i concetti del gioco di squadra, del rispetto delle regole e della gestione delle emozioni, in linea con il modulo delle Scuole Calcio Inter, uno dei progetti fiore all’occhiello del Settore Giovanile nerazzurro. Dall’inizio della collaborazione più di 60 alunni della Scuola italiana, di oltre 10 nazionalità differenti, hanno frequentato i corsi extracurriculari.

Il progetto pedagogico della Scuola Italiana ha tra i suoi obiettivi quello di sviluppare nelle bambine e nei bambini le abilità motorie e il linguaggio del corpo attraverso le attività sportive. Mariassunta Peci, Direttore Scientifico e Coordinatore del Consiglio di Gestione della Scuola, ha evidenziato come il calcio abbia un grande valore pedagogico poiché è uno sport in cui vengono condivisi importanti valori perché la squadra è molto più della somma di ogni suo singolo elemento, ciò incide profondamente sull’autostima dei bambini, sulla motivazione ad impegnarsi in relazioni sociali positive. il gioco del calcio è anche un’occasione per porre solide basi etiche nella formazione della personalità. Inoltre, afferma Aldo Montinaro, Senior Manager Technical Operations Global Youth Business di F.C. Internazionale Milano che attraverso la collaborazione con Inter Academy Yihai Beijing, la Scuola offre ai bambini e alle bambine l’opportunità di allenarsi con alti standard tecnici ed etici neroazzurri, che pongono al centro del progetto formativo i bambini facendoli crescere nel proprio ambiente, come individui capaci di condividere regole, di riconoscere i diversi ruoli, è un’attività di gruppo dove la competizione diviene un’opportunità di crescita.

La Scuola Italiana è la prima in Asia orientale ad aver ottenuto, dopo appena un anno dalla sua istituzione, la parificazione da parte del Governo italiano ed è parte del network delle 43 Scuole Italiane all’estero. Per l’anno scolastico 2017-2018 e dopo soli tre anni di attività, la Scuola ha accolto oltre 80 bambini di 17 differenti nazionalità.

La partnership dell’Inter Academy in Cina con Yihai Beijing ha avuto, in due anni e mezzo di attività, una crescita esponenziale: al momento sono più di 600 i giovani partecipanti alle attività, 30 gli allenatori cinesi in continua formazione, seguiti per l’intera stagione da due allenatori italiani. Oltre alla Yihai School, principale centro di formazione del gruppo Yihai Education, la famiglia di Inter Academy Beijing conta sulla collaborazione di tre scuole pubbliche, tra le migliori cinque della capitale.

All’evento sono intervenuti un centinaio di bambini, insieme alle loro famiglie, per un totale di oltre 300 persone. Le bambine ed i bambini hanno potuto fare una prima esperienza a tinte neroazzurre o ritrovare i propri allenatori dell’Inter per un allenamento straordinario nel weekend, conclusosi con una partita e una premiazione con attestato di partecipazione e medaglia per tutti i piccoli atleti!

Giulia Ziggiotti, manager della scuola, ha sottolineato come l’evento sia stato supportato da importanti realtà del F&B italiano presenti in Cina, che condividono la cultura dell’alimentazione, l’attenzione al benessere psico-fisico e alla salute del bambino propria della Scuola. Questa ampia partecipazione alle iniziative è l’espressione di come la comunità italiana sappia essere capace di condividere e sostenere la Scuola Italiana e la promozione della nostra cultura.

All’evento erano presenti il Chief Operating Officer di Yihai Beijing, Li Hong Bo; il Direttore dell’istituto italiano di cultura, Franco Amadei, il Capo della Cancelleria Consolare e Visti, Primo Segretario, Eugenio Poti; il Direttore ICE Pechino e Coordinatore rete uffici ICE in Cina e Mongolia, Amedeo Scarpa; il Presidente della Camera di Commercio italiana in Cina, Davide Cucino; gli allenatori professionisti di Global Youth Business di F.C. Internazionale Milano, Raffaele Quaranta e Giuseppe Fonseca.

Franco Cutrupia, Presidente del Consiglio di Gestione della Scuola, ha inviato i suoi saluti a tutto lo staff della scuola che si è dedicato con passione e professionalità all’organizzazione dell’evento, ai bambini e alle famiglie affermando come il gioco del calcio abbia attirato l’attenzione di tutte le parti coinvolte nell’educazione dei giovani – insegnanti, club professionistici, scuola, famiglia, istituzioni – e creato un linguaggio trasversale attorno al quale, grandi e piccini, hanno vissuto una giornata di intercultura e di inclusione, elementi fondamentali e imprescindibili per la crescita delle nuove generazioni.

 

(EN)

 

BEIJING – Inter Academy Yihai Beijing Soccer Day was held on May 5th to celebrate the game of football. The event, organised by the Accredited Italian Embassy School in Beijing formally celebrated the first anniversary of the partnership with Inter Academy Yihai Beijing. 

The Ambassador of Italy to China, Ettore Francesco Sequi, highlighted that “in the past few years, the football sector has gone through an overall reform, that opens big cooperation opportunities between Italy and China. With this project” – he added – “the School has intercepted the growing passion for football in China, and turned it into a vehicle of dialogue and union amongst children, and also of promotion for a healthy lifestyle based on sport activities”. 

The cooperation is about a series of extracurricular football courses for children aged 4-9 with the direct support of Inter coaches. The aim is to promote teamwork, respect of the rules and emotional control as per the values of Inter Football Schools, one of the neroazzurri youth set-up’s leading scheme.Since the beginning of the cooperation between Inter Academy Yihai Beijing and the School, more than 60 children from more than 10 different nationalities have attended the extracurricular football courses. 

The Italian School’s educational project aims at developing motor skills and body language among boys and girls throughout sport activities. Mariassunta Peci, Scientific Coordinator and Coordinator of the Managing Committee of the School, said that the game of football has a huge pedagogical value provided that football is a sport where concepts such of teamwork, self-esteem, self-motivation to engage in positive social relations are cherished and practiced. At the same time, the game of football is an opportunity to lay solid foundations for the building of children’s personality. Aldo Montinaro, Senior Manager Technical Operations Global Youth Business of F.C. Internazionale Milano, stated that thanks to the cooperation with Inter Academy Yihai Beijing, the School offers to the young participants the chance to train with high quality technical and ethical standards rooted into the tradition of Inter, which focus on the children and let them develop organically within their own environment, as individuals deemed capable to share rules and recognise different roles. It is a group activity where competition turns into a growth opportunity. 

After one single year after its founding, the Italian School received the accreditation from the Italian government, thus becoming the first School in Eastern Asia to be accredited and being now part of the network of the 43 Italian Schools abroad. For the 2017-2018 school year, and in three years from its outset, the School has welcomed more than 80 kids from more than 17 different nationalities.

The partnership of Inter Academy with Yihai Beijing had, in only two and a half years of activity, an exponential growth. There are currently more than 600 young people taking part in the activity with 30 Chinese coaches being constantly trained and two Italian instructors overseeing the operations for the whole season. Besides Yihai School, the main training ground for the Yihai Education group, the Inter Academy Beijing family also works with three public schools which are amongst the five top-notch in the capital.

Almost one hundred children, with their families, for a total of more than 300 people attended the event. Girls and boys had the chance to have a first neroazzurri experience or to meet their coaches over the weekend for an extra-ordinary training session, that ended with a certificate of attendance and a medal for all the young athletes!

Giulia Ziggiotti, School Manager, informed the event got the generous support of many important Italian F&B companies and restaurants, provided that they share the food culture, the attention for the well-being and for the health of the child that it at the very core of the philosophy of the School. Such a broad contribution to the School’s initiative is telling about how much the Italian community shares and sustains the School and, ultimately, through the School, the promotion of the Italian culture.

Guests: the Chief Operating Officer of Yihai Beijing, Li Hong Bo; the Director of the Italian Institute of Culture, Franco Amadei; the Head of the Consular Chancery and Visa Section, First Secretary, Eugenio Poti; the Director of the Italian Trade Commission, Amedeo Scarpa; the Chairman of the China-Italy Chamber of Commerce, Davide Cucino; the professional coaches of Global Youth Business F.C. Internazionale Milano, Raffaele Quaranta and Giuseppe Fonseca.

Franco Cutrupia, President of the Management Committee of the School, sent his greetings to the School staff who devoted itself with passion and professionalism to the organization of the event, as well as to the kids and their families, and he acknowledged how the game of football got the attention and brought together all agencies promoting education – teachers, professional clubs, school, families and institutions – and created a common language for both kids and adults, thus empowering them to experience an day of inclusion and involving different cultures, fundamental and crucial elements in the development of the next generation.

Tutti a tempo! Everybody keeps the beat!

Questa mattina tutte le bambine e i bambini della Scuola hanno incontrato Riccardo e con lui esplorato il linguaggio musicale della batteria.

Riccardo Inverardi Galli studia batteria presso l’Universita’ del Jazz di Siena e, in attesa di discutere la tesi, si trova a Pechino per conoscerne l’ambiente musicale.

L’incontro si e’ aperto con una performance di Riccardo, seguita da una jam session che ha coinvolto gli studenti del corso extra-curriculare di batteria e anche qualche neofito, che si e’ immediatamente sintonizzato.

Entrambi i momenti sono stati esilaranti, con il tempo della batteria che scandiva il battito del cuore dei bambini in ascolto, e con i piccoli batteristi bravi quanto delle vere rock star!

Riccardo ha poi presentato alcuni cenni storici sulla nascita della batteria e del genere jazz. Anche in questo caso, le bambine ed i bambini della Scuola, hanno seguito il dialogo e, ferratissimi, hanno risposto puntualmente e creativamente alle domande e alle sollecitazionidi Riccardo, quali ad esempio cosa e’ il metronomo musicale, cosa e’ il jazz etc..

L’approfondimento musicale e’ continuato poi in una sessione piu’ intima del progetto “Parla con me”, con i soli alunni della sezione primaria. Con grande passione ed esperienza, Riccardo ha spiegato comesono fatti i principali strumenti musicali, non solo la batteria, ma anche il tamburo cinese, lo djembe ed il gong e ha accompagnato i bambini in esercizidella voce, sulle diverse note e la loro durata.

Un’altra puntata del progetto musicale della nostra Scuola ha regalato nuove emozioni, questa volta a ritmo di batteria!

April 19th,  all the pupils in the School met with Riccardo and explored the musical language of the drums.

Riccardo Inverardi Galli studies drums at Siena Jazz University and, while preparing to defend his thesis, is in Beijing to discover its musical landscape.

To kick-off, Riccardo played some music and soon after he invited the students of the extra-curricular drums course to join him for a live jam session. Beginners joined too and were very fast learners.

Both activities proved to be hilarious, the hearts of the children moving at the beat of the drums and the little drummers being as professional as real rock stars!

Riccardo then narrated the history of the drums and the jazz. The children closely followed the dialogue and were prompt and creative in answering to Riccardo’s questions about the musical metronome and the jazz style etc..

The study continued in a second session of the project “Talk with me”, this time more intimate and with the children of the primary session only. With great passion and expertise, Riccardo explained how the instruments (drums,djembe, gong etc.) are made and accompanied the students in practicing their voice singing in tune and keeping the beat.

Another episode of the School’s musical project offered new vibes, this time by drums!

Job offer English Teacher

(IT)

La Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata di Pechino seleziona un insegnante di scuola primaria madrelingua inglese.

Requisiti:

  • Titolo di studio. Laurea/abilitazione all’insegnamento. Laurea in Scienze della Formazione Primaria, Scienze della Formazione, Pedagogia, Psicologia sono titoli preferenziali;
  • Precedenti esperienze scuole dell’infanzia e primaria;
  • Competenze e sensibilità interculturali;
  • Conoscenza degli elementi fondamentali di pedagogia e didattica;
  • Conoscenza di metodologie operative per l’organizzazione del contesto educativo, la conduzione delle attività e la documentazione;
  • Conoscenza del “Reggio Children Approach” è titolo preferenziale.

I candidati interessati sono invitati ad inviare un’e-mail con proprio CV e cover letter all’indirizzo: g.ziggiotti@scuolapechino.com entro il 6 Maggio 2018.

I candidati selezionati saranno contatti per colloquio conoscitivo. Il trattamento economico sarà oggetto di successiva privata contrattazione con il candidato risultato idoneo.

(EN)

The Accredited Italian Embassy School of Beijing is hiring a primary teacher, native English speaker.

Qualifications:

  • Degree/qualification for teaching. Degrees in Science of Primary Education, Science of Education, Pedagogy, and Psychology are most favored titles;
  • Former experience in pre- and elementary school;
  • Intercultural skills and sensibility;
  • Knowledge of the essential principals of pedagogy and didactics;
  • Knowledge of operative methodology for the organization of the educational context, the management of the activities and the documentation;
  • Knowledge of the “Reggio Children Approach”.

Interested candidates must send an e-mail with their CV and a cover letter to: g.ziggiotti@scuolapechino.com before May 6th 2018.

Selected candidates will be contacted for an interview. The salary details will be disclosed and discussed with the shortlisted candidates.

Conferenza “Era digitale e cyberbullying tra opportunità, rischi e sfide educative”

Save-the-date

Conferenza “Era digitale e cyberbullying tra opportunità, rischi e sfide educative”

Lunedì 23 Aprile 2018 ore 18:30

In italiano con traduzione in cinese

@Auditorium dell’Istituto Italiano di Cultura di Pechino

 

 

Save-the-date

Conference “Digital era and cyberbullying amongst opportunity, risks and educational challenges”

Monday April 23rd 6:30 pm

Italian, and Chinese translation

@Italian Institute of Culture in Beijing

 

 

Operapop at the School

Questa mattina le bambine e i bambini delle sezioni infanzia e primaria hanno avuto il privilegio di ascoltare l’opera grazie all’interpretazione dal vivo di Francesca Carli e Enrico Giovagnoli.

Enrico e Francesca, tenore e soprano, diplomati conil massimo dei voti al Conservatorio G. Rossini di Pesaro e studenti del famosissimo Luciano Pavarotti, hanno introdotto il loro progetto “Operapop” avvicinando i piccolissimi al canto lirico e appassionandoli alle arie piu’ famose della tradizione italiana dei grandi maestri Verdi (Rigoletto, La Donna e’ Mobile; La Traviata, Brindisi) e Puccini (Gianni Schicci, O Mio Babbino Caro).

Do, re, mi, fa, sol, la, si…

Dalla teoria alla pratica, il passo e’ stato breve! Dopo aver scaldato la voce con alcune scale, e’ stato fatto un salto nel tempo, per approdare alla musica leggera italiana, con “L’italiano” di TotoCotugno e “Volare” di Domenico Modugno.

I bambini si sono molto divertiti e, memori dei percorsi didattici sul ritmo e sulla musica, non si sono fatti trovare impreparati di fronte ai professionisti.

Francesca e Enrico, grazie al linguaggio universale della musica, sono entrati in sintonia con il nostro pubblico e loro stessi sono tornati a sentirsi un po’ bambini per la grande emozione!

This morning the children of both the kindergarten and primary had the privilege to listen to the opera thanks to the live interpretation of Francesca Carli and Enrico Giovagnoli.

Enrico and Francesca, tenor and sopran, qualified with top marks at Conservatorio G. Rossini in Pesaro and students of the greatest tenor of all times Luciano Pavarotti, introduced their project “Operapop” to the kids, engaging them with the most famous opera by Verdi (Rigoletto, La Donna e’ Mobile; La Traviata, Brindisi) and Puccini (Gianni Schicci, O Mio Babbino Caro).

Do, re, mi, fa, sol, la, si…

From theory to practice,in the blink of an eye! After warming up the voice with few musical scales, they jumped to the modern times and reinterpreted “L’italiano” by Toto Cotugno and “Volare” by Domenico Modugno.

Kids had so much fun and were well prepared for the singing experience, as already familiar with rythm and music due to the school didactical offer.

Francesca and Enrico, thanks to the universal language of music, were able to communicate easily with the kids and themselves felt as excited as children!

 

logo