Author Archive

“Pensa come Leonardo da Vinci”

Parla con me: “Pensa come Leonardo da Vinci” ospiti Carlo Carzan e Sonia Scalco

Talk to me: “Think like Leonardo da Vinci” guests Carlo Carzan and Sonia Scalco

Giovedì 13 giugno, la nostra Scuola ha avuto l’onore e il piacere di ospitare Carlo Carzan e Sonia Scalco, due ludo mastri (esperti di giochi), che hanno coinvolto le bambine e i bambini della sezione Primaria in un viaggio ludico per esplorare la mente di Leonardo da Vinci e, attraverso il suo modo di pensare, allenare il proprio cervello.

On Thursday, June 13th, our School had the honour and the pleasure of hosting Carlo Carzan and Sonia Scalco, two masters (game experts), who involved the girls and children of the Primary section on a playful journey to explore the mind of Leonardo da Vinci, and through his way of thinking to train his brain.

Prendendo spunto dalla multi valenza del grande maestro, i bambini, attraverso giochi, indovinelli, problemi e attività leonardesche, hanno potuto sperimentare come dialogano i due emisferi del cervello.

Taking their cue from the multi-valence of the great master, children, through games, riddles, problems and Leonardo’s activities, were able to experience how the two hemispheres of the brain interact.

In effetti, l’emisfero sinistro e l’emisfero destro del nostro cervello, seppur simmetrici, hanno diverse funzioni e controlli. L’emisfero sinistro, specializzato nei processi linguistici e numerici, controlla i muscoli della parte destra del nostro corpo, mentre, l’emisfero destro, specializzato nell’elaborazione visiva e nella creatività, controlla i muscoli della parte sinistra del corpo.

The left hemisphere and the right hemisphere of our brain, although symmetrical, have different functions and controls. The left hemisphere, specialised in linguistic and numerical processes, controls the muscles of the right side of our body, while the right hemisphere, skilled in visual processing and creativity, controls the muscles of the left side of the body.

È stata una fantastica esperienza, in cui i bambini hanno potuto continuare a sviluppare il percorso didattico sviluppato in questo semestre, giocando e allenando la propria mente per pensare come Leonardo.

It was a wonderful experience, in which the children were able to continue developing the educational path they started during this school term, playing and training their mind to think like Leonardo.

Journey back in time in “Leonardo’s Art” @CAFA Art Museum

Viaggio nella storia, nel tempo e nell’arte di Leonardo @CAFA Art Museum

Venerdì 10 maggio 2019 le classi della sezione Primaria della nostra Scuola hanno visitato la mostra “L’arte di Leonardo – Opera Omnia”, organizzata presso il CAFA Art Museum di Pechino in occasione del cinquecentesimo anniversario della morte di Leonardo da Vinci.

Le bambine e i bambini hanno avuto modo di ammirare ben diciassette riproduzioni di opere dell’artista, provenienti da undici diversi musei del mondo, retroilluminate ed esposte in corridoi in penombra, che davano all’esposizione un’atmosfera unica.

La guida del Museo, coadiuvata dalla nostra atelierista Ippolita e dalla dott.ssa Ombretta Melli, ha accompagnato le nostre classi in un viaggio nel tempo, nella storia di Leonardo e delle sue opere, invitando i giovani visitatori a osservare con attenzione i dettagli e le caratteristiche dei suoi dipinti più importanti e significativi, e stimolando la loro curiosità con domande e aneddoti.

Al termine della visita ogni bambino ha ricevuto un piccolo dono da parte del Museo, e ha avuto la possibilità di cimentarsi nella reinterpretazione di un’opera di Leonardo, disegnando una propria versione del quadro che lo aveva colpito di più.

È stata una bellissima occasione, in cui i bambini hanno potuto continuare a sviluppare il percorso didattico iniziato scuola in questi mesi, riscoprendo le opere artistiche del genio di Leonardo da Vinci in un nuovo contesto e sotto una nuova prospettiva.

Journey back in time in “Leonardo’s Art” @CAFA Art Museum

On Friday, May 10th, the Primary classes of our School visited the exhibition “L’arte di Leonardo– Opera Omnia”, organised at the CAFA Art Museum in Beijing on the occasion of the 500th anniversary of the death of Leonardo da Vinci.

The girls and boys had the opportunity to admire seventeen reproductions of the artist’s works, coming from eleven different museums of the world, backlit and exposed in corridors in the shade, which gave the exhibition a unique atmosphere.

The guide of the Museum, assisted by our Atelierista Ippolita and by Dr. Ombretta Melli, accompanied our classes in a journey through time, in the history of Leonardo and his works, inviting young visitors to carefully observe the details and characteristics of his most famous and significant paintings, stimulating their curiosity with questions and anecdotes.

At the end of the visit, each child received a small gift from the Museum and had the opportunity to try to reproduce one of the Genius’ works, drawing his or her version of the painting that had impacted them the most.

It was a wonderful occasion in which the children could continue to develop the educational path started in school this semester, rediscovering the artistic works of Leonardo da Vinci’s genius in a new context and under a new perspective.

“Il genio che oltrepassa i confini”

“Il genio che oltrepassa i confini”

Quest’anno ricorre il cinquecentesimo anniversario dalla morte di Leonardo Da Vinci, simbolo universale della genialità artistica e scientifica. Per celebrare questa ricorrenza il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il Ministero per i Beni e la Attività Culturali promuovono diverse iniziative ( http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/Ministero/LegislaturaCorrente/Sottosegretari/Lucia-Borgonzoni/Comunicati/visualizza_asset.html_11128187.html ).

La Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata sostiene il valore fondamentale della ricerca come metodologia di apprendimento, creando contesti e esperienze che permettono alle bambine e ai bambini di continuare a scoprire ed imparare ad imparare, seguendo il proprio intuito e la propria curiosità.

L’osservazione della natura e dei suoi fenomeni costituiscono il contesto di partenza dei loro progetti di ricerca artistica e scientifica, in quanto, come sosteneva Leonardo, arte e scienza sono un connubio non scindibile.

La festa di fine anno svoltasi Sabato 25 maggio è stata dedicata alle celebrazioni leonardesche.

Le bambine e i bambini della classe prima e seconda della Primaria hanno interpretato l’inedita filastrocca sceneggiata per loro da Vittoria Busatto, grande scrittrice ed autrice di libri per la didattica. Gli alunni della sezione terza e quarta sono stati protagonisti della scenaggiatura “Viaggio nella bottega di Leonardo”.

La mostra di tutti i bambini della Scuola ha infine raccontato le tante modalità con le quali l’Arte della Scienza e la Scienza dell’Arte dialogano nella trasversalità disciplinare e nella multiculturalità della nostra Scuola.

“Genius transcends boundries”

This year marks five-hundredth anniversary of the passing of Leonardo da Vinci, the arts and sciences “universal genius” of the Renaissance. To celebrate this anniversary, the Ministry of Education, University and Research and the Ministry of Cultural Heritage and Activities promote various initiatives ( http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/Ministero/LegislaturaCorrente/Sottosegretari/Lucia-Borgonzoni/Comunicati/visualizza_asset.html_11128187.html ).

The Accredited Italian Embassy School strongly supports the fundamental value of research as a learning methodology, creating contexts and experiences that allow girls and boys to continue to discover and learn to learn, following their intuition and curiosity.

Observing nature and its phenomena constitutes the starting point for the research projects in the areas of art and science. As Leonardo da Vinci once stated: “Study the art of science, study the science of art, learn how to see. Realise that everything connects to everything else”.

The end-of-year party held on Saturday 25 May was dedicated to Leonardo’s celebrations.

The children of the first and second grade of the Primary interpreted the unpublished rhyme scripted for them by Vittoria Busatto, a renonwed Italian writer for didactical materials and childrens’ books.

The students of the third and fourth section were the protagonists of the scenography “Journey in the workshop of Leonardo”. The projects that we have chosen to exhibit underline the ways in which the Art of Science and the Science of the Arts communicate within the interdisciplinary and multicultural environments of our school.

Soccer Day 2019

SOCCER DAY 2019 – COMUNICATO STAMPA / POST EVENT (IT)

SOCCER DAY 2019 – PRESS RELEASE / POST EVENT (EN)

PECHINO – Si è svolta Sabato 4 maggio la terza edizione dell’Inter Academy Yihai Beijing Soccer Day, una giornata di festa dedicata al calcio, organizzata dalla Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata di Pechino per festeggiare la partnership con Inter Academy Yihai Beijing. Presenti i coordinatori del progetto Inter Academy Yihai Beijing, gli allenatori Salvatore Beniamino e Matteo Malgarini, che hanno portato i saluti di Barbara Biggi, Director of Global Youth Business and Inter Academy, e Marco Monti, Technical Director Inter Academy.

BEIJING – The third edition of the Inter Academy Yihai Beijing Soccer Day was held on May 4th to celebrate the game of football. The event was organized by the Accredited Italian Embassy School in Beijing, as a way to formally celebrate the partnership of the School with the Inter Academy Yihai Beijing. Salvatore Beniamino and Matteo Malgarini, who are the professional coaches and coordinators of the Inter Academy Yihai Project, attended the event and conveyed the greetings of the Director of Global Youth Business and Inter Academy, Barbara Biggi, and the Technical Director Inter Academy, Marco Monti.

Il progetto di collaborazione prevede l’attivazione di corsi calcistici extracurriculari per le bambine e i bambini di età compresa tra 4 e 10 anni, con il supporto diretto degli allenatori dell’Inter, al fine di valorizzare i concetti del gioco di squadra, del rispetto delle regole e della gestione delle emozioni, in linea con il modulo delle Scuole Calcio Inter, uno dei progetti fiore all’occhiello del Settore Giovanile nerazzurro. Dall’inizio della collaborazione circa 100 alunni della Scuola italiana, di oltre 18 nazionalità differenti, hanno frequentato i corsi extracurriculari.

This collaborative project provides for the implementation of extracurricular football courses for children aged 4-10 with the direct support of the coaches of Inter. The aim is to promote teamwork, to teach children how to respect the rules and how to control their emotions, in accordance with the values of Inter Football Schools, which is one of the main projects of the Neroazzurri youth academy. Since the beginning of the cooperation between Inter Academy Yihai Beijing and the School, about 100 children from more than 18 different nationalities have attended the extracurricular football courses.

Il progetto pedagogico della Scuola Italiana ha tra i suoi obiettivi quello di sviluppare nelle bambine e nei bambini le abilità motorie e il linguaggio del corpo attraverso le attività sportive. Mariassunta Peci, Direttore Scientifico e Coordinatore del Consiglio di Gestione della Scuola, ha evidenziato che “il calcio è un’occasione di crescita e formazione della personalità dei bambini e quindi ha un’enorme potenziale educativo fin dall’infanzia”. Il calcio – ha aggiunto – “è uno sport che offre ai bambini l’opportunità di svolgere un’attività fisica che non solo favorisce il loro benessere fisico, ma permette al linguaggio del corpo di potersi esprimere oltre lo spazio fisico, in uno spazio sociale e psicologico. Il calcio promuove valori quali l’automiglioramento, il rispetto dei compagni e degli avversari, il rispetto delle regole, il lavoro di squadra, la leadership positiva, l’inclusione a scapito della violenza. Questi valori, appresi durante il gioco, saranno poi trasferiti nella vita, nelle relazioni con gli altri in tutti i contesti sociali”.

One of the objectives of the Italian School’s educational project is to develop motor skills and body language in children through sports activities. Mariassunta Peci, who is the Scientific Director and Coordinator of the School Management Committee, has noted that “football gives children the opportunity to grow and helps them develop their personalities, holding great pedagogical value in early childhood”. Playing football – she added – “not only favors children’s physical well-being but also allows the body to express itself beyond the physical boundaries by exploring social and psychological spaces. Football promotes values such as self-improvement, respect for teammates and opponents, respect for rules, teamwork, positive leadership, inclusion instead of violence. The values learned while playing will then be applied to real life and to relationships with others in different social contexts ”.

La Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata di Pechino dell’Infanzia e della Primaria è la prima in Asia orientale ad aver ottenuto, dopo appena un anno dalla sua istituzione, la parificazione da parte del Governo italiano ed è parte del network delle 43 Scuole Italiane all’estero. Per l’anno scolastico 2018-2019, al quarto anno di attività, la Scuola accoglie circa 90 bambini di 18 differenti nazionalità, e per l’anno scolastico 2019-2020 è prevista una lista d’attesa per la Scuola dell’infanzia.

Just one year after its establishment the Accredited Italian Embassy School in Beijing received the accreditation by the Italian government, thus becoming the first School in East Asia to do so. It is also currently part of the network of the 43 Italian Schools abroad. For the 2018-2019 school year, the fourth one from its founding, the School welcomes almost 90 children of 18 different nationalities, and there is an active waiting list for the kindergarten for the next year. 

All’inizio dell’evento, Emanuele De Maigret, Responsabile dell’Ufficio Commerciale dell’Ambasciata d’Italia in Cina  ha portato il saluto dell’Ambasciatore, Ettore F. Sequi. Presenti inoltre gli addetti giuridico  e sanitario dell’Ambasciata, Federico R. Antonelli e Giusi Condorelli, il Direttore dell’Agenzia ITA di Pechino, Amedeo Scarpa ed il Presidente della Camera di Commercio Italiana in Cina, Davide Cucino.

During his opening speech the Head of the Economic Office of the Embassy of Italy in the P.R.C, Emanuele De Maigret conveyed the greetings of the Ambassador Ettore F. Sequi. In attendance were the legal and health attaché of the Embassy, Federico R. Antonelli and Giusi Condorelli, the Director of the Italian Trade Commission in Beijing, Amedeo Scarpa, and the Chairman of the China-Italy Chamber of Commerce, Davide Cucino.

Franco Cutrupia, Presidente del Consiglio di Gestione della Scuola, ha inviato i suoi saluti a tutto lo staff della scuola che si è dedicato con passione e professionalità all’organizzazione dell’evento, ai bambini e alle famiglie affermando come il gioco del calcio abbia attirato l’attenzione di tutte le parti coinvolte nell’educazione dei giovani – insegnanti, club professionistici, scuola, famiglia, istituzioni – e creato un linguaggio trasversale attorno al quale, grandi e piccini, hanno vissuto una giornata di intercultura e di inclusione, elementi fondamentali e imprescindibili per la crescita delle nuove generazioni.

Franco Cutrupia, President of the Management Committee of the School, sent his greetings to the School staff who devoted itself with passion and professionalism to the organization of the event, as well as to the children and their families. He acknowledged how the game of football received the attention of and brought together all of the agencies promoting education – teachers, professional clubs, school, families, and institutions – and created a common language for both kids and adults. All this allowed them to experience a day of inclusion and meeting of different cultures, which are fundamental and crucial elements to the development of future generations.

All’evento hanno partecipato un centinaio di bambini, insieme alle loro famiglie, per un totale di oltre 300 persone. Le bambine ed i bambini hanno potuto fare una prima esperienza a tinte neroazzurre o ritrovare i propri allenatori dell’Inter per un allenamento straordinario nel weekend, conclusosi con una partita e una premiazione con attestato di partecipazione e medaglia per tutti i piccoli atleti!

Almost 100 children with their families attended the event, for a total of more than 300 people. Girls and boys had the chance to live their first neroazzurri experience and to meet their coaches over the weekend for an extra-ordinary training session after which all the young athletes received a certificate of attendance and a medal!

Giulia Ziggiotti, Manager della Scuola, ha ringraziato gli sponsors Alce Nero, Beyogurt, Brazzale, F&B Solutions, Ferrero, Lingxia, La Sicilia, Opera Bombana per il contributo nell’organizzazione del buffet e sottolineato come l’ampia partecipazione alle iniziative è l’espressione di come la comunità italiana sappia essere capace di condividere e sostenere la Scuola Italiana e la promozione della nostra cultura.

Giulia Ziggiotti, the School Manager, thanked the sponsors Alce Nero, Beyogurt, Brazzale, F&B Solutions, Ferrero, Lingxia, La Sicilia, Opera Bombana for their contribution in organizing the buffet. She also added that such wide participation in the School’s initiatives shows how much the Italian community cares about and sustains the School and, ultimately, through the School, the promotion of the Italian culture.

Job offer 2019-2020

English teacher

The Accredited Italian Embassy School in Beijing is inviting applications for a Native English Teacher for the 2019-2020 school year.

Within the framework of the School’s values, the ideal candidate shall inspire love for learning and sense of confidence in the students, while understanding different cultures of the children and recognizing their learning needs through positive relationships.

Qualifications:

  • Degree/qualification for teaching. Degrees in Science of Primary Education, Science of Education, Pedagogy, and Psychology are most favored titles;
  • Former experience in pre- and elementary school;
  • Math teaching skills;
  • Intercultural skills and sensibility;
  • Knowledge of the essential principals of pedagogy and didactics;
  • Knowledge of operative methodology for the organization of the educational context, the management of the activities and the documentation;
  • Knowledge of the “Reggio Children Approach”.

Interested candidates must send an e-mail with their CV and a cover letter to: g.ziggiotti@scuolapechino.com before May 6th 2019.

Selected candidates will be contacted for an interview. The salary details will be disclosed and discussed with the shortlisted candidates.

Chinese teacher

The Accredited Italian Embassy School in Beijing is inviting applications for a Native Chinese Teacher for the 2019-2020 school year.

Within the framework of the School’s values, the ideal candidate shall inspire love for learning and sense of confidence in the students, while understanding different cultures of the children and recognizing their learning needs through positive relationships.

Qualifications:

  • Degree/qualification for teaching. Degrees in Science of Primary Education, Science of Education, Pedagogy, and Psychology are most favored titles;
  • At least a 2-year experience of teaching Chinese to foreign students in pre- and elementary schools;
  • Math teaching skills;
  • Intercultural skills and sensibility;
  • Knowledge of the essential principals of pedagogy and didactics;
  • Knowledge of operative methodology for the organization of the educational context, the management of the activities and the documentation;
  • Knowledge of the “Reggio Children Approach”.

Interested candidates must send an e-mail with their CV and a cover letter to: g.ziggiotti@scuolapechino.com before May 6th 2019.

Selected candidates will be contacted for an interview. The salary details will be disclosed and discussed with the shortlisted candidates.

Insegnante di italiano

La Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata di Pechino sta selezionando un Insegnante Madrelingua Italiano per l’anno scolastico 2019-2020.

In linea con i valori della Scuola, il candidato dovrà ispirare gli studenti ad amare l’apprendimento e incrementare il loro senso di fiducia. Altresì, comprendere le diverse culture dei bambini, riconoscere i loro bisogni di apprendimento, per instaurare rapporti positivi e di crescita.

Requisiti:

  • Titolo di studio. Laurea/abilitazione all’insegnamento. Laurea in Scienze della Formazione Primaria, Scienze della Formazione, Pedagogia, Psicologia sono titoli preferenziali;
  • Precedenti esperienze scuole dell’infanzia e primaria;
  • Competenze matematiche;
  • Madrelingua italiana, buona padronanza della lingua inglese;
  • Buona conoscenza della cultura cinese;
  • Competenze e sensibilità interculturali;
  • Conoscenza degli elementi fondamentali di pedagogia, psicologia, didattica;
  • Conoscenza di metodologie operative per l’organizzazione del contesto educativo, la conduzione delle attività e la documentazione;
  • Conoscenza del “Reggio Children Approach”.

I candidati interessati sono invitati ad inviare un’e-mail con proprio CV e lettera motivazionale all’indirizzo: g.ziggiotti@scuolapechino.com entro il 6 Maggio 2019.

I candidati selezionati saranno contatti per colloquio conoscitivo. Il trattamento economico sarà oggetto di successiva privata contrattazione con il candidato risultato idoneo.

“Parla con me” con il filologo Professor Roberto Antonelli

ITA: “Parla con me” con il filologo Professor Roberto Antonelli

Quest’anno, in occasione del cinquecentesimo anniversario della morte di Leonardo da Vinci, le bambine e i bambini della Scuola Primaria stanno portando avanti, con studi, ricerche ed esperimenti, il progetto “S­­­ulle orme di Leonardo”, ispirato al grande genio rinascimentale.

Stimolati dalla sua preziosa eredità culturale e dalla sua irrefrenabile curiosità, i bambini si sono concentrati sullo studio delle diverse tecniche artistiche che ­­hanno caratterizzato la sua arte, per passare poi a osservare e studiare i fenomeni naturali e l’anatomia del corpo umano che hanno ispirato la creazione delle sue macchine. Sulle orme di questi processi creativi, i bambini sono partiti da interessi e curiosità personali per creare modellini di macchine inventate da loro.

È all’interno di questa cornice che, lunedì 25 marzo, la nostra Scuola ha avuto l’onore e il piacere di ospitare il Professor Roberto Antonelli, grande filologo italiano vice presidente dell’Accademia Nazionale dei Lincei, presidente della Fondazione Primoli, della Società Filologica Romana e della Société de Linguistique Romane. Il Professor Antonelli ha accompagnato i bambini in un accurato approfondimento sulla vita e i lavori dello scienziato, artista e inventore toscano.

Punto culminante di questo momento didattico sono state due analisi di ­­diverse opere d’arte.

Il primo confronto ha visto protagoniste tre diverse opere: la “Venere di Cnido” di Prassitele, la “Fornarina” e la “Dama con liocorno” di Raffaello Sanzio. L’osservazione della postura dei soggetti ha permesso ai bambini di coglierne le similitudini, e di capire come gli artisti, anche lo stesso Leonardo, si sono ispirati a opere antiche, imitandole per poi crearne di nuove.

Nel secondo confronto, l’attenzione si è spostata sullo studio delle tecniche impiegate dall’artista. Le opere analizzate sono state due versioni della “Gioconda nuda” attribuite alla bottega di Leonardo (una conservata all’Hermitage di San Pietroburgo e l’altra alla Fondazione Primoli a Roma), e la celebre “Gioconda” conservata al Musée du Louvre a Parigi. Il confronto tra i tre quadri è iniziato analizzando gli sfondi, i quali appaiono disegnati dalla stessa mano. Successivamente i bambini, sotto indicazione dell’ospite, hanno esaminato attentamente i capelli dei tre soggetti, notando la differenza tra le tecniche utilizzate per rappresentarli: il professore ha spiegato loro che il tratto sfumato è quello caratterizzante la mano di Leonardo.

Questo incontro è stato particolarmente prezioso per i bambini, che hanno avuto modo di riflettere sull’eredità artistica italiana, talmente ricca da nutrire ancora oggi la creatività di molti artisti.

ENG: “Talk to me” Project with guest Prof. Roberto Antonelli, Phylologist

Students in the primary school years embark on an adventure of research and discovery of the life and achievements of Leonardo Da Vinci to celebrate the 500th anniversary of his death. The project is named “Following Leonardo’s footsteps”, and is inspired by the works of the brightest mind from the renaissance period.

The boys and girls in grades 1 to 4 started the project by looking at Leonardo Da Vinci’s legacy, his endless curiosity and the different techniques he adopted and that characterized his artwork. They then looked at the way Leonardo Da Vinci studied natural phenomena, human anatomy and how his findings influenced the design of his marvelous machines. In an attempt to imitate Leonardo’s creative genius, students in the primary began a creative process by talking about their interests and curiosities, which then were transformed in designs and prototypes of their very own “machines.”

In this context of research and creativity, the Primary school welcomed Professor Roberto Antonelli, renowned Italian philologist and vice president of the Lincean Academy, president of the Fondazione Primoli, the Roman Philological Society (Società Filologica Romana), and of the Société de Linguistique Romane. Professor Antonelli led the students in an in-depth lecture on the life and works of the Tuscan scientist, artist, and inventor. The climax of this special lesson came when Professor Antonelli analyzed two of Leonardo’s art pieces.

The first analysis that the boys and girls carried out compared three masterpieces: The Venere di Cnido (Aphrodite of Knidos) by Praxiteles, The Fornarina (Portrait of a Young Woman), and The Dama con Liocorno (Young Woman with Unicorn) by Raffaello. The students looked at the posture of the subjects in the paintings, found connections and similitudes amongst the three pieces, thus understanding how artists such as Leonardo were inspired by ancient works and attempted to imitate them to then finally create their versions.

In a second comparative analysis, the children looked closely at the techniques used by Leonardo. The pieces chosen for this study were the Gioconda Nuda (specimens of which are conserved in the Hermitage museum of S. Petersburg and another in the Fondazione Primoli in Rome), and the renowned Gioconda, preserved in the Louvre in Paris. Boys and girls started comparing the three pieces by looking at the backgrounds, which appear to be painted by the same artist. Next, the children were asked by Prof. Antonelli to look closely at the techniques used to paint the hair on the subjects in the three paintings. The Professor explained how the “fading” effect is a particular technique adopted by Leonardo.

This occasion was invaluable for our students who were given the opportunity to reflect on the importance of the artistic heritage of Italy, which to this day is so essential that it influences contemporary artists.

Enrollment 2019-2020

ENG

Accredited Italian Embassy School in Beijing – Kindergarten and Primary

2019-2020 Enrolment starts on March 18th

Watch the latest video of our School!

Download the leaflet for more information.

 

ITA

Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata di Pechino – Infanzia e Primaria

Le iscrizioni per l’anno scolastico 2019-2020 sono aperte dal 18 Marzo

Vedi il nuovo video della nostra Scuola!

Scarica il volantino per maggiori informazioni.

Riunione Consiglio di Gestione 25 Febbraio 2019

Cari Genitori,

A seguito della Riunione del Consiglio di Gestione della Scuola in data 25 Febbraio 2019, condividiamo i files con relativi grafici:

Si pubblica inoltre estratto del Verbale della Riunione del Consiglio, riguardo al punto “Budget 2019-2020”, con particolare riferimento alle rette.

Presentazione del budget per l’anno scolastico 2019/20. In particolare, previsioni relative al numero degli insegnanti, che aumenterà in funzione del maggior numero di iscritti (se ne prevedono 97) e di sezioni e classi nel 2019-20. Come già anticipato alla riunione del Consiglio del 5 Novembre 2018, l’aumento dei costi generali e la necessità di aggiornare gli stipendi comporterà la revisione – ormai indilazionabile – delle rette scolastiche, immutate da 4 anni. Detta revisione sarà comunque molto contenuta, per non recare aggravi eccessivi alle famiglie. Le rette annuali del 2019/20 saranno pertanto di 65,500 RMB per la Materna e di 90,000 RMB per la Primaria, mentre il rimborso mensile per il servizio mensa sarà portato a 1,300 RMB. Il Presidente, Franco Cutrupia, conferma che continuerà a mettere a disposizione borse di studio, prestando la dovuta attenzione, come sinora fatto, alle situazioni che lo richiedano, nella tradizionale ottica sociale che anima la scuola.

Ricordiamo le nuove iscrizioni aprono – come comunicato – il 18 Marzo 2019, a seguito dell’Open Day di Sabato, 16 Marzo.

Italiano quarta lingua più studiata al mondo: supera il francese

[IT] Italiano quarta lingua più studiata al mondo: supera il francese

È difficile conoscere il numero esatto delle persone che parlano una lingua e in gran parte dipende dal momento storico e da quale istituzione sia la fonte dell’analisi, in quanto i numeri possono variare molto tra una rilevazione e un’altra. Ad ogni modo, gli ultimi dati sullo studio dell’italiano sono sorprendenti.

Ne danno notizia l’agenzia giornalistica Agi e il Sole 24 Ore che riprendono la pubblicazione del SIL International, Ethnologue. Quest’ultima fornisce statistiche su migliaia di lingue del mondo in base al numero dei parlanti, diffusione e dialetti e pone l’italiano come quarta lingua studiata al mondo per l’anno accademico 2016/17, con 2.145.093 studenti in 115 paesi.

Si tratta in realtà di un trend ormai consolidato da qualche anno, in quanto la classifica vedeva passare da 1,7 milioni a più di due milioni gli studenti di italiano dal biennio 2013-2014 a quello successivo.

A livello europeo i dati cambiano con l’inglese studiato dal 97,3% degli alunni delle scuole secondarie e il francese dal 33,8%. Seguono il tedesco con il 23,1%, lo spagnolo (13,6%), il russo (2,7%) e l’italiano (1,1%). Nella sola Italia la classifica pone in ordine inglese, francese, spagnolo e tedesco con un crescente interesse per il cinese e l’arabo.

Per quanto riguarda le lingue più parlate a livello mondiale, la classifica pone prevedibilmente l’inglese al primo posto con un miliardo e 190 milioni di persone, seguito dal cinese con un miliardo e 107 milioni di individui e l’hindi-urdu, parlato da 697,4 milioni di persone.

Curiosamente l’italiano risulta la lingua più parlata come madrelingua in più paesi, 26 in tutto, a causa della forte emigrazione di Italiani all’estero.

Fonti:

[EN] Italian fourth most studied language in the world: it exceeds French

It is difficult to know the exact number of people who speak a language and largely depends on the historical moment and which institution is the source of the analysis, as the numbers can vary widely between one survey and another. In any case, the latest data on the study of Italian is surprising.

The news agency Agi and Il Sole 24 Ore report the publication of SIL International, Ethnologue. This provides statistics on thousands of languages of the world based on the number of speakers, dissemination and dialects and places Italian as the fourth language studied in the world for the 2016/17 academic year, with 2.145.093 students in 115 countries.

This is actually a trend now consolidated for a few years, as the ranking saw the students moving from 1.7 million to more than two million from the two-year period 2013-2014 to 2015-2016.

At the European level data change with the English language studied by 97.3% of secondary school pupils and French by 33.8%. German follows with 23.1%, then Spanish (13.6%), Russian (2.7%) and Italian (1.1%). Considering Italy, the ranking places English in the first place, then French, Spanish and German with a growing interest in Chinese and Arabic.

As for the most widely spoken languages in the world, the ranking predictably puts English in first place with a billion and 190 million people, followed by Chinese with a billion and 107 million individuals and the Hindi-Urdu, spoken by 697,4 million people.

Curiously, Italian is the most spoken language as a native speaker in several countries, 26 in total, due to the strong emigration of Italians abroad.

Sources:

logo