New Ambassador of Italy in Beijing, Mr. Luca Ferrari, visits the School

Luca Ferrari, nuovo Ambasciatore d’Italia a Pechino, ha visitato la Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata, Infanzia e Primaria.
Luca Ferrari, new Ambassador of Italy in Beijing, visited the Accredited Italian Embassy School in Beijing, Kindergarten and Primary.

Con piacere ed orgoglio condividiamo il messaggio che l’Ambasciatore ha dedicato alla Scuola e le foto della visita.
We are glad and honoured to share the  message that the Ambassador has dedicated to the School, together with the photos of his visit.

« 1 of 6 »

Condividiamo il video della visita dell’Ambasciatore alla nostra Scuola!
Here we share the video of the Ambassador’s visit to our School!

Post Event: Dal disegno al segno: la storia dei caratteri cinesi

Dal disegno al segno: la storia dei caratteri cinesi
From drawing (design) to a character (sign): history of Chinese characters

Giovedì 12 dicembre le bambine e i bambini della Scuola Primaria hanno incontrato il dottor Giuseppe Mighali, ricercatore e studioso di filologia classica cinese, per un “Parla con me” dedicato a un approfondimento della storia e degli aspetti dei caratteri cinesi. L’incontro si è aperto con alcune domande attraverso le quali il dottor Mighali ha spinto le classi a riflettere sulle lingue che conoscono, in particolare l’italiano e il cinese, per confrontarle e individuarne le peculiarità.
For our monthly “Parla con me” talk on the 12th of December, the girls and boys of the Primary School had the pleasure of hosting Dr Giuseppe Mighali, researcher and expert on Chinese Classical Philology. The talk focused on the design and history of Chinese characters. It started with a discussion regarding what languages the children speak, and how we can compare languages such as Italian and Chinese to distinguish their characteristics.

Il dottor Mighali ha guidato i bambini attraverso le varie fasi della nascita della comunicazione scritta, dai disegni stilizzati fino ai caratteri, utilizzando alcuni disegni ed esempi concreti. Prendendo anche spunto dalla breve video animazione “三十六个象形字” (sanshiliu ge xiangxingzi, i 36 pittogrammi), i bambini hanno analizzato alcuni caratteri, confrontando la versione antica e la rappresentazione moderna, interrogandosi sul perché siano fatti proprio in quel modo.
Dr Mighali explained the various phases of the beginning of written communication, from the first signs and drawings to the Chinese characters we know today. Using some examples, Dr Mighali illustrated how characters have changed the way they look in time. With the help of a short animated video “三十六个象形字” (sanshiliu ge xiangxingzi, the 36 pictograms), the children were able to analyze and look more closely at some characters and to compare their traditional and modern appearance. They then reflected on why specific pictograms look the way they do.

Perché il simbolo dell’erba rappresentava una pianta con le foglie rivolte verso l’alto e il simbolo del bambù una con le foglie rivolte verso il basso? Perché il sole era rappresentato come due cerchi concentrici e la luna come una falce? Come sono cambiati i segni e i significati loro associati con il passare del tempo?
Why does the character for “grass” look like a plant with its leaves facing upwards, while the character for “bamboo” looks like it has its leaves facing downwards? Why is the Sun represented as two concentric circles, while the moon looks like a sickle? How have the design and meaning associated with these characters changed in time?

Dopo aver analizzato vari caratteri, i bambini li hanno divisi in tre gruppi, a seconda che si trattasse di simboli semplici (persona 人ren, cielo 天 tian, campo 田tian etc.), di simboli composti da più elementi (come il carattere usato per indicare l’azione del verbo riposare 休xiu, che in origine rappresentava un uomo seduto sotto a un albero), o di simboli all’interno dei quali viene evidenziata un’unica parte di un elemento più grande (come nel caso della parola radice 本-根gen).
After having looked at a series of characters, the students were then divided into 3 groups: One group looked at simple characters (person 人ren, sky 天 tian, field 田 tian etc.), the second group analyzed characters that comprise more elements (休 xiu – The character for “rest” – which represents a man sitting under a tree), and the third group learned about characters within which an individual part of a bigger element is emphasized (as is the case for the character for root 本-根 gen).

In conclusione, il dottor Mighali ha proposto alle classi un interessante esperimento, che ha entusiasmato tutti i presenti: prendere spunto dai simboli e dai caratteri visti insieme per scrivere un messaggio senza usare parole, ma solo rappresentazioni grafiche stilizzate.
Finally, Dr Mighali suggested an interesting experiment that the children were enthusiastic to try: take inspiration from the various Chinese characters we study to write a message without using words or letters but simple design and stylized drawings.

« 1 of 5 »

I linguaggi della narrazione dei bambini della Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata di Pechino

I linguaggi della narrazione dei bambini della Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata di Pechino
The Languages of Narration from the Children of the Accredited Italian Embassy School in Beijing

Sabato 7 dicembre, nell’Istituto Italiano di Cultura, le bambine e i bambini della Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata di Pechino hanno festeggiato l’arrivo del Natale mettendo in scena uno spettacolo sui linguaggi della narrazione.
On Saturday the 7th of December the boys and girls of the Accredited Italian Embassy School in Beijing took to the stage, and presented a show themed “the languages of narration” to celebrate this year’s Christmas.

« 2 of 7 »

I bambini dell’infanzia hanno sostituito le parole con i suoni e così rappresentato le diverse fasi di costruzione dei giocattoli nel laboratorio di Babbo Natale. In un’altra scena, hanno poi raccontato l’arrivo di Babbo Natale nella casa di un bambino.
The children replaced sounds with words as they represented the various “phases of construction” of Christmas toys while they were being made inside Santa’s very own workshop. Another scene saw the children mimic the sounds of Santa as he delivered the toys to the children. 

Gli elfi tagliano la legna ZZZZZZZ CRACK, mettono i chiodini LOCK LOCK LOCK, fanno i buchi TRRRRRRRR
Elves cut wood ZZZZZZZ CRACK, hammer in nails THUMP THUMP THUMP, drill holes TRRRRRRR 

Arriva Babbo Natale sulle renne DING DING DING, Babbo Natale si infila nel camino PUUUUM
Here comes Santa on his sleigh RING A DING DING, and down the chimney, he goes PUUUUUM

La sezione dalla Primaria ha curato quattro diverse scenette, scegliendo quattro “narratori” di diversi periodi storici. Le pitture rupestri della preistoria, i menestrelli del Medioevo, i genitori e la fiaba di Cappuccetto Rosso, gli aedi e il poema epico dell’Odissea.
The Primary School presented four short stories and chose four different “narrators”, each belonging to different historical periods. From prehistoric cave paintings to Medieval Minstrels, to parents telling the story of Little Red Riding Hood, and finally ending as Greek Aoidos reciting an extract from the Odyssey.

Tutte le grafiche dello spettacolo sono state realizzate dai bambini. È stato un esercizio creativo e riflessivo, che ha permesso hai bambini di comprendere i passaggi chiave delle diverse storie.
The children themselves solely created all the illustrations presented during the show. It was a creative and thoughtful exercise that allowed the children to clearly understand the key steps and narrating points of view for each of the stories recounted.

Alla festa hanno partecipato Franco e Pauline Cutrupia, co-fondatori della Scuola, Giuseppe Fedele, Ministro Consigliere Incaricato d’Affari dell’Ambasciata d’Italia a Pechino, Franco Amadei, Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura, ed altri amici della Scuola.
Franco and Pauline Cutrupìa, co-founders of the School, along with the Minister Counsellor in charge of Embassy Affairs Giuseppe Fedele, and the Italian Institute of Culture’s Director Franco Amadei were present at the show, along with other friends of our School.

Ringraziamo le famiglie, che hanno cucinato per il buffet finale e per il dono offerto alla Scuola; Opera Bombana per i panettoni artigianali che ogni anno caratterizzano il buffet; Sandro Nigris per la realizzazione del video, che sarà presto distribuito alle famiglie; Martina Morrocchi per la guida e la scenaggiatura; Vittoria Busatto per l’iniziale idea dello spettacolo.
We would like to thank all the families, all our friends that contributed to the wonderful Christmas buffet we had after the show for the beautiful gifts to our School. Thank you to Opera Bombana for the handmade panettone that is present every year, Sandro Nigris for creating the film of our Christmas Show (Soon available to all the families), Martina Morrocchi for her help with the script and screenplay, and Vittoria Busatto for giving us the initial idea for the Play.

Un sereno Natale e buon 2020!
We wish you all Merry Christmas and a happy 2020!

POST EVENT: “Parla con me” con il campione olimpionico Kristian Ghedina

“Parla con me” con il campione olimpionico Kristian Ghedina

“Parla con me” with the Olympic Champion Kristian Ghedina

Mercoledì 20 novembre 2019 Kristian Ghedina, campione italiano nella storia della Coppa del Mondo di sci alpino, in Cina come testimonial dei prossimi mondiali, ha colto l’occasione della sua visita a Pechino per incontrare le bambine e i bambini e della scuola primaria.

On Wednesday the 20th we hosted a very special guest: Kristian Ghedina, Italian skier and Champion at the Alpine Skiing World Cup, currently touring China as a testimonial for the next World Cup. Mr Ghedina took the opportunity of visiting the girls and boys of the Primary School during his stay in Beijing.

Dopo aver guardato insieme alle classi un breve filmato che ripercorreva alcuni dei momenti più significativi della sua carriera, il campione olimpionico ha trascorso un’ora con i bambini, condividendo aneddoti e rispondendo alle loro domande, spiegando la dinamica di un salto dal trampolino.

We watched a short video that went back over some of Mr Ghedina’s most significant moments and the biggest achievements in his career, after which the Olympic Champion spent an hour talking and answering the children’s questions. Our special guest shared some of his stories and anecdotes and explained the dynamics of a jump from the ski jumping hill.

A seguire, con l’aiuto di un piccolo volontario, Ghedina ha spiegato la posizione a uovo che permette di diminuire la superficie di impatto del corpo con l’aria per aumentare la velocità.

Mr Ghedina then proceeded to explain, with the help of a volunteer demonstrator amongst the students, how the “egg” skiing position increases the skier’s velocity due to maximum possible reduction of surface area, therefore wind resistance, of the skier.

L’entusiasmo dei bambini ha raggiunto l’apice quando Kristian ha mostrato a loro le sue medaglie olimpioniche, la tuta e la pettorina usate alle Olimpiadi di Salt Lake City nel 2002 e il casco indossato per la Coppa del Mondo di Sci Alpino del 2006, l’ultima disputata prima del ritiro.

The children’s excitement peaked when Kristian showed them his Olympic medals, the ski suit and race number used for the Salt Lake City Olympics of 2002, and the race helmet he used for the Alpine Ski World Cup of 2006, used in his last competitive race before retiring.

Sul casco i bambini hanno potuto ammirare un’immagine aerografata da Cornelio Perini del campione mentre esegue l’incredibile spaccata in volo a 140 km/h, eseguita nel 2004 sul muro finale della Streif di Kitzbühel.

The children admired the airbrushed image by Cornelio Perini resembling the Skier’s “airtime splits” on his race helmet, a move that he performed while going down the last straight on the Streif of Kitzbühel.

Al termine del “Parla con me”, Kristian Ghedina ha condiviso con le bambine e i bambini della Scuola anche il momento del pranzo, conclusosi con una dolce sorpresa: una torta preparata dallo staff della cucina per festeggiare il suo compleanno.

As the “Parla con me” talk came to an end, the children had the pleasure of sharing lunch with the Olympic Champion as well as a pleasant surprise: a cake prepared by the kitchen staff to celebrate Mr Ghedina’s birthday!

Il Ministro Fioramonti visita la Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata di Pechino

Il Ministro Fioramonti visita la Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata di Pechino
Minister Fioramonti visits the Accredited Italian Embassy School in Beijing

Watch the full video!

Il Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) Lorenzo Fioramonti ha visitato nella mattina di oggi 25 Nov. 2019 la Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata di Pechino. Ha incontrato nelle varie aule scolastiche gli alunni sia dell’infanzia che della primaria, esprimendo apprezzamento per l’organizzazione, il sistema educativo adottato (Reggio Emilia Approach), e l’impegno del corpo docente (attualmente 18 insegnanti).

This morning Nov. 25th 2019, Italian Minister of Education, University and Research (aka, MIUR) Lorenzo Fioramonti visited the Accredited Italian Embassy School in Beijing. In the classrooms he met both the kindergarten and primary pupils and he showed his appreciation for the organization, the educational project (Reggio Emilia Approach), and the commitment of the teaching staff (currently 18 teachers).

Al momento del congedo è stata fatta una foto ricordo con i bambini della primaria, il Presidente ed il Consiglio della Scuola e alcuni insegnanti.

To say goodbye, we took a group picture with primary children, the President and the School Advisory Board, and few teachers. 

Post-Event: “Parla con me” Quarta Settimana della Cucina Italiana

Post-Event: “Parla con me” Quarta Settimana della Cucina Italiana

Post-Event: “Parla con me” Fourth week of the “Italian Cuisine” event.

Ospite: Chef stellato Luigi Nastri, in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana in Cina.

Guest: Starred Chef Luigi Nastri, in collaboration with the China-Italy Chamber of Commerce.

Venerdì 15 Novembre, i bambini e le bambine della sezione Primaria della Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata di Pechino hanno accolto Chef Nastri che, con la nostra Chef Roberta, ha organizzato per loro un “Parla con me” dal titolo “Cibo come risorsa ambientale e cucina con gli scarti”.

On Friday the 15th of November, girls and boys of the Primary classrooms of the Accredited Italian Embassy School of Beijing greeted Chef Nastri, who organized a “Parla con me” talk with the help of our very own Chef Roberta. On this occasion the topic of the culinary talk was: “Food as an environmental resource, and how to cook with leftovers”.

Chef Nastri ha spiegato ai bambini quanto sia importante, in una logica di lotta allo spreco alimentare, considerare con attenzione le quantità di ingredienti acquistati al momento della spesa e riutilizzare gli avanzi dei pasti precedenti in cucina per ridurre gli scarti. Come esempio di questo approccio alla cucina, ha proposto ai bambini due ricette tradizionali italiane: le bucce di patata fritta e i supplì di riso, che le classi hanno cucinato e mangiato insieme agli ospiti con grande entusiasmo.

Chef Nastri explained to the children how important it is to keep in mind “quantities” when buying food that we intend to cook, and the vital role of reusing leftover ingredients from previous dishes in an effort to fight food waste. As an example of this approach to cooking, Chef Nastri demonstrated two traditional Italian recipes: fried potato skins and rice “supplì”. The children cooked and ate what they had prepared with their guests.

Sempre in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana in Cina (CCIC) e con la Scuola Italiana Paritaria, l’Ambasciata d’Italia nella RPC ha organizzato il 17 novembre, il Workshop: “Le nuove frontiere dell’alimentazione infantile: punto di vista dello Chef Stellato Luigi Nastri e metodologie a confronto”.

The Italian Embassy School of Beijing and the China-Italy Chamber of Commerce also organized a workshop on the 17th of November titled “Children’s Nutrition: Starred Chef Luigi Nastri’s views on new frontiers and method comparison”.

In collaborazione con un pediatra e un nutrizionista pediatrico, Chef Nastri ha infatti pubblicato il libro “Impariamo a mangiare” che raccoglie una settimana di ricette con ingredienti e preparazioni semplici da cucinare ogni giorno, utilizzando il metodo margherita: la margherita, con i suoi petali, rappresenta un semplice schema che aiuta ad individuare i micronutrienti necessari per un’alimentazione corretta e adatta a tutta la famiglia nella quotidianità.

With the support of a paediatrician and a paediatric nutritionist, Chef Nastri has in fact published a book titled: “Let’s learn to eat”, a collection of recipes with simple and healthy ingredients that can be tried every day for a week. The recipes make use of the “Margherita” (Daisy) method: The daisy and its petals represent a simple system that can help us to identify the micronutrients that need to be included when choosing a wholesome and healthy everyday diet for the family.

Il Workshop si è focalizzato sulla tematica della sana alimentazione infantile: oltre al metodo Margherita, presentato da Chef Nastri, la nostra scuola, con Chef Roberta, ha presentato il tema del cibo nell’approccio Reggio Emilia, al fine di favorire lo scambio di opinioni sulle diversità e potenzialità dei due approcci educativi. Inoltre, la Dott.ssa Cheng Li, Professoressa di Food Management presso il College Internazionale BUA di Pechino, ha condiviso il suo expertise sull’argomento.

The workshop focused on the themes of a healthy diet for our children: As well as the “Margherita” method presented by Chef Nastri, Chef Roberta also outlined the Reggio Approach to culinary and nutritional education with the aim of facilitating the exchange of opinions, ideas, and potentials that the two approaches espouse. Finally, Dr. Cheng Li, Professor of Food Management form the International BUA college of Beijing, shared her expertise on the themes outlined in the workshop.

Il tutto si è si concluso con una dimostrazione pratica: gli Chef hanno preparato per il pubblico una ricetta esemplificativa degli approcci descritti, entusiasmando tutti i presenti.

To end the event the children were shown a practical demonstration: The Chefs prepared a recipe using the approach outlined during the activity. Everyone present was enthused!

National Students day for the fight against counterfeits

La Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata di Pechino, sezione Primaria, combatte la contraffazione!

The Primary School of the Accredited Italian Embassy School of Beijing unites in the fight against counterfeits.

Pechino, 29 Ottobre 2019. In occasione della prima edizione della “Giornata Nazionale della Lotta alla Contraffazione per gli studenti”, iniziativa indetta dal Consiglio Nazionale Anticontraffazione, le bambine e i bambini della Scuola Primaria hanno incontrato l’avv. Felice Meli (Ferrante Intellectual Property), esperto di tutela della proprietà intellettuale.

Beijing, October 29th 2019, Girls and Boys of the Primary school attended a talk by attorney at law Mr. Felice Meli (Ferrante intellectual property), expert on the safeguarding of intellectual property, for the “National students day for the fight against counterfeits” organized by the Italian National Anti-Counterfeit Council.

Ad aprire l’incontro “Parla con me”, il Dott. Luca Formentini, responsabile presso l’Ambasciata d’Italia a Pechino per le questioni relative alla contraffazione.

Dr. Luca Formentini, in charge of the Italian Embassy’s matters regarding counterfeiting, initiated the “Parla con me” project talk.

A partire dal titolo del “Parla con me” proposto “Buttiamo la contraffazione”, è scaturita spontanea la prima domanda, “Che cos’è la contraffazione?”, che ha coinvolto immediatamente i bambini in un viaggio interattivo nella storia della proprietà intellettuale e della lotta alla contraffazione.

On this occasion, our regular “Parla con me” talk project was titled “Let’s get rid of counterfeits”, and one of the first questions raised during the discussion was: “What does counterfeit mean?” This immediately set the stage for an interactive journey through the history of intellectual property and the fight against counterfeits.

Aneddoto del Cupido Dormiente, storia del processo intentato dalla Universal contro la Nintendo per i diritti di utilizzo del personaggio King Kong/Donkey Kong etc., i bambini si sono interrogati su quale sia la differenza tra l’ispirazione e la copia, prendere spunto e rubare le idee di qualcun altro.

Students in Primary were lead to reflect on the difference between copying others’ intellectual property and stealing ideas rather than being inspired by other people’s work. They discussed a case study concerning the Universal City Studios, Inc. v. Nintendo Co., Ltd case regarding trademark infringement of King Kong/Donkey Kong, the plot and characters of which Universal claimed as their own.

L’appuntamento “Parla con me” si è concluso con una riflessione sui rischi delle produzioni contraffatte sul ciclo economico e sull’ambiente (ad esempio, scarsa qualità, bassa sicurezza, illegalità del processo produttivo, smaltimento dei rifiuti).

The “Parla con me” talk ended with some thoughts regarding the risks in producing counterfeits on economic cycles and the environment (e.g. low material quality, production quality, safety standards, illegality in the production process and waste disposal)

È stato un momento di scambio produttivo e di grande coinvolgimento da parte dei bambini, che hanno partecipato attivamente con domande, intuizioni e riflessioni su un argomento importante anche per loro piccoli consumatori.

It was a productive exchange that had all the students engaged and that actively participated with interesting questions, intuitions and thoughts that concern them as young consumers.

“Pensa come Leonardo da Vinci”

Parla con me: “Pensa come Leonardo da Vinci” ospiti Carlo Carzan e Sonia Scalco

Talk to me: “Think like Leonardo da Vinci” guests Carlo Carzan and Sonia Scalco

Giovedì 13 giugno, la nostra Scuola ha avuto l’onore e il piacere di ospitare Carlo Carzan e Sonia Scalco, due ludo mastri (esperti di giochi) che hanno viaggiato dall’Italia alla Cina, grazie alla collaborazione e all’invito dell’Istituto Italiano di Cultura di Pechino, per raccontare l’attualità del pensiero di Leonardo, del suo metodo di lavoro e di studio.

On Thursday, June 13th, our School had the honour and the pleasure of hosting Carlo Carzan and Sonia Scalco, two masters (game experts), travelling from Italy to China thanks to the cooperation and the invite of the Italian Institute of Culture in Beijing, to share how the old master thinking,  working and study method are nowadays still very current.

Carlo e Sonia hanno coinvolto le bambine e i bambini della sezione Primaria in un viaggio ludico per esplorare la mente di Leonardo da Vinci e, attraverso il suo modo di pensare, allenare il proprio cervello.

Carlo and Sonia involved the girls and boys of the Primary section into a playful journey to explore the mind of Leonardo da Vinci, and through his way of thinking to train his brain.

Prendendo spunto dalla multi valenza del grande maestro, i bambini, attraverso giochi, indovinelli, problemi e attività leonardesche, hanno potuto sperimentare come dialogano i due emisferi del cervello.

Taking their cue from the multi-valence of the great master, children, through games, riddles, problems and Leonardo’s activities, were able to experience how the two hemispheres of the brain interact.

In effetti, l’emisfero sinistro e l’emisfero destro del nostro cervello, seppur simmetrici, hanno diverse funzioni e controlli. L’emisfero sinistro, specializzato nei processi linguistici e numerici, controlla i muscoli della parte destra del nostro corpo, mentre, l’emisfero destro, specializzato nell’elaborazione visiva e nella creatività, controlla i muscoli della parte sinistra del corpo.

The left hemisphere and the right hemisphere of our brain, although symmetrical, have different functions and controls. The left hemisphere, specialised in linguistic and numerical processes, controls the muscles of the right side of our body, while the right hemisphere, skilled in visual processing and creativity, controls the muscles of the left side of the body.

È stata una fantastica esperienza, in cui i bambini hanno potuto continuare a sviluppare il percorso didattico sviluppato in questo semestre, giocando e allenando la propria mente per pensare come Leonardo.

It was a wonderful experience, in which the children were able to continue developing the educational path they started during this school term, playing and training their mind to think like Leonardo.

Per saperne di più
More information
http://www.cosipergioco.it/sites/giochiallenamente.it/archives/8267

Journey back in time in “Leonardo’s Art” @CAFA Art Museum

Viaggio nella storia, nel tempo e nell’arte di Leonardo @CAFA Art Museum

Venerdì 10 maggio 2019 le classi della sezione Primaria della nostra Scuola hanno visitato la mostra “L’arte di Leonardo – Opera Omnia”, organizzata presso il CAFA Art Museum di Pechino nell’ambito del palinsesto di attività pianificate da Ambasciata d’Italia ed Istituto Italiano di Cultura nel corso del 2019 in celebrazione del 500mo anniversario della morte di Leonardo da Vinci.

Le bambine e i bambini hanno avuto modo di ammirare ben diciassette riproduzioni di opere dell’artista, provenienti da undici diversi musei del mondo, retroilluminate ed esposte in corridoi in penombra, che davano all’esposizione un’atmosfera unica.

La guida del Museo, coadiuvata dalla nostra atelierista Ippolita e dalla dott.ssa Ombretta Melli, ha accompagnato le nostre classi in un viaggio nel tempo, nella storia di Leonardo e delle sue opere, invitando i giovani visitatori a osservare con attenzione i dettagli e le caratteristiche dei suoi dipinti più importanti e significativi, e stimolando la loro curiosità con domande e aneddoti.

Al termine della visita ogni bambino ha ricevuto un piccolo dono da parte del Museo, e ha avuto la possibilità di cimentarsi nella reinterpretazione di un’opera di Leonardo, disegnando una propria versione del quadro che lo aveva colpito di più.

È stata una bellissima occasione, in cui i bambini hanno potuto continuare a sviluppare il percorso didattico iniziato scuola in questi mesi, riscoprendo le opere artistiche del genio di Leonardo da Vinci in un nuovo contesto e sotto una nuova prospettiva.

Journey back in time in “Leonardo’s Art” @CAFA Art Museum

On Friday, May 10th, the Primary classes of our School visited the exhibition “L’arte di Leonardo– Opera Omnia”, organised at the CAFA Art Museum in Beijing within the framework of the cultural activities planned by the Embassy of Italy and Italian Institute of Culture on the occasion of the 500th anniversary of the death of Leonardo da Vinci.

The girls and boys had the opportunity to admire seventeen reproductions of the artist’s works, coming from eleven different museums of the world, backlit and exposed in corridors in the shade, which gave the exhibition a unique atmosphere.

The guide of the Museum, assisted by our Atelierista Ippolita and by Dr. Ombretta Melli, accompanied our classes in a journey through time, in the history of Leonardo and his works, inviting young visitors to carefully observe the details and characteristics of his most famous and significant paintings, stimulating their curiosity with questions and anecdotes.

At the end of the visit, each child received a small gift from the Museum and had the opportunity to try to reproduce one of the Genius’ works, drawing his or her version of the painting that had impacted them the most.

It was a wonderful occasion in which the children could continue to develop the educational path started in school this semester, rediscovering the artistic works of Leonardo da Vinci’s genius in a new context and under a new perspective.

“Il genio che oltrepassa i confini”

“Il genio che oltrepassa i confini”

Quest’anno ricorre il cinquecentesimo anniversario dalla morte di Leonardo Da Vinci, simbolo universale della genialità artistica e scientifica. Per celebrare questa ricorrenza il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il Ministero per i Beni e la Attività Culturali promuovono diverse iniziative ( http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/Ministero/LegislaturaCorrente/Sottosegretari/Lucia-Borgonzoni/Comunicati/visualizza_asset.html_11128187.html ).

La Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata sostiene il valore fondamentale della ricerca come metodologia di apprendimento, creando contesti e esperienze che permettono alle bambine e ai bambini di continuare a scoprire ed imparare ad imparare, seguendo il proprio intuito e la propria curiosità.

L’osservazione della natura e dei suoi fenomeni costituiscono il contesto di partenza dei loro progetti di ricerca artistica e scientifica, in quanto, come sosteneva Leonardo, arte e scienza sono un connubio non scindibile.

La festa di fine anno svoltasi Sabato 25 maggio è stata dedicata alle celebrazioni leonardesche.

Le bambine e i bambini della classe prima e seconda della Primaria hanno interpretato l’inedita filastrocca sceneggiata per loro da Vittoria Busatto, grande scrittrice ed autrice di libri per la didattica. Gli alunni della sezione terza e quarta sono stati protagonisti della scenaggiatura “Viaggio nella bottega di Leonardo”.

La mostra di tutti i bambini della Scuola ha infine raccontato le tante modalità con le quali l’Arte della Scienza e la Scienza dell’Arte dialogano nella trasversalità disciplinare e nella multiculturalità della nostra Scuola.

“Genius transcends boundries”

This year marks five-hundredth anniversary of the passing of Leonardo da Vinci, the arts and sciences “universal genius” of the Renaissance. To celebrate this anniversary, the Ministry of Education, University and Research and the Ministry of Cultural Heritage and Activities promote various initiatives ( http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/Ministero/LegislaturaCorrente/Sottosegretari/Lucia-Borgonzoni/Comunicati/visualizza_asset.html_11128187.html ).

The Accredited Italian Embassy School strongly supports the fundamental value of research as a learning methodology, creating contexts and experiences that allow girls and boys to continue to discover and learn to learn, following their intuition and curiosity.

Observing nature and its phenomena constitutes the starting point for the research projects in the areas of art and science. As Leonardo da Vinci once stated: “Study the art of science, study the science of art, learn how to see. Realise that everything connects to everything else”.

The end-of-year party held on Saturday 25 May was dedicated to Leonardo’s celebrations.

The children of the first and second grade of the Primary interpreted the unpublished rhyme scripted for them by Vittoria Busatto, a renonwed Italian writer for didactical materials and childrens’ books.

The students of the third and fourth section were the protagonists of the scenography “Journey in the workshop of Leonardo”. The projects that we have chosen to exhibit underline the ways in which the Art of Science and the Science of the Arts communicate within the interdisciplinary and multicultural environments of our school.

logo