Author Archive

School Year 2020-21 Enrolment is open!

Since April 27th, the school life has been slowly normalising in Beijing. While closely monitoring the news from the Beijing Education Commission about the class resumption, our School has also started to plan ahead and hereby we inform you that the enrolment for the School Year 2020-21 is now open.

Please refer to below enrolment materials:

To start your child’s application and/or for any further enquiry, please contact our Finance and Administration Manager, Ms. Isabell Geng.

We remind you our next informative appointments:

Online Open Day – Kindergarten Section on May 11th – Check the news

Online Open Day – Primary Section to be announced soon.

Online OPEN DAY 2020 – Kindergarten Section

ACCREDITED ITALIAN EMBASSY SCHOOL IN BEIJING

Online OPEN DAY 2020 – Kindergarten Section  

Monday 11 May 2020

4:30 – 5:30 p.m. (UTC +8)

Education Made in Italy: Tradition, Research and Innovation

The Accredited Italian Embassy School in Beijing is glad to announce its online Open Day on Monday, May 11th, from 4:30 to 5:30 p.m. (UTC +8), and to invite all families interested in its kindergarten section to attend.

The online Open Day will cover the following:

  • School Main Facts
  • Curriculum
  • Reggio Emilia Approach
  • Environment
  • Atelier
  • Enrolment procedures
  • Q&A

Please note the online Open Day will be in ENGLISH.

You will receive the ZOOM invitation by the School.

Didattica on-line: conversazione con Silvia Maneschi

Silvia Maneschi insegna italiano LS/L2 dal 2006 e, dal 2013, si dedica interamente alla didattica online sincrona in veste di insegnante e di formatrice.

A Febbraio-Marzo 2020, Silvia ha curato un corso di formazione per gli insegnanti della Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata di Pechino.

 

Q1/Cara Silvia, la sua specializzazione è la didattica on-line. Dal suo osservatorio, cosa ci può condividere rispetto alle lezioni a distanza, con particolare riferimento alla Scuola Primaria? Quali competenze rafforza nei bambini? Come gli insegnanti la possono preparare per gli alunni?
Fare didattica a distanza nella Scuola Primaria rappresenta un’occasione privilegiata non solo per veicolare contenuti disciplinari, ma anche per lavorare sullo sviluppo della cosiddetta “competenza digitale”. L’apparente familiarità con la tecnologia delle nuove generazioni nasconde spesso un uso poco consapevole della medesima. In questo senso, fondamentale risulta il concetto di “content curation”, ovvero la “cura dei contenuti”: un’attenta ed oculata progettazione della didattica a distanza può aiutare i più piccoli a trovare, dare un significato e condividere le informazioni di cui hanno bisogno. Tale processo richiede lo sviluppo di competenze digitali che attivano processi cognitivi di organizzazione e valutazione, in direzione di un uso attivo – e non passivo – della rete.

Q2/Tra le strategie di apprendimento della ns Scuola c’è la flipped classroom (classe capovolta). Ci spiega questa strategia con un esempio pratico di didattica on-line?
Negli ultimi anni si è assistito ad un aumento crescente di piattaforme digitali e applicazioni web che consentono di mettere in atto la cosiddetta “flipped classroom”. Da una parte, i docenti possono caricare contenuti all’interno di spazi virtuali condivisi asincroni ed impegnare i propri alunni in attività di anticipazione di quanto poi verrà approfondito e discusso durante la lezione. Sempre più numerose sono anche le applicazioni web che consentono di ‘didattizzare’ contenuti audiovisivi: i bambini possono così lavorare in modo autonomo a casa e destinare poi alla lezione momenti di condivisione di gruppo.

Q3/Come si può canalizzare la didattica on-line per stimolare il gioco e l’apprendimento dei bambini più piccoli, ad esempio nell’età della scuola dell’Infanzia?
Ho una nipote di 5 anni che in questo periodo sta facendo didattica a distanza e vedo come la sua insegnante di inglese gioca molto sulla competenza orale della bambina. A mio parere, proprio come nella didattica tradizionale in presenza, sarà compito del docente favorire una didattica che dà grande spazio alla fase motivazionale e che tiene alta l’attenzione del bambino mediante attività ludiche che sfruttano la rete per riproporre giochi cartacei, familiari a questa fascia di età (flashcards, realia, etc.).

Q4/Rimaniamo sempre sul tema della didattica on-line. Come immagina la Scuola dopo la sospensione forzata dall’epidemia di Covid-19?
Prevedo uno scenario in cui verrà implementata una didattica “blended”, ovvero un’alternanza di didattica presenziale e virtuale. Niente di nuovo rispetto al passato ma si registrerà, a mio parere, un incremento di queste modalità mista di insegnamento.

Q5/Perché è utile uno slittamento della didattica on-line? E come si concilia con la percentuale di penetrazione di internet nelle scuole e nelle famiglie?
La buona riuscita della didattica online dipende ovviamente dalla più o meno capillare permeabilità della rete nelle scuole e nelle famiglie. Ci sarà bisogno di forti investimenti in questo senso, affinché questa modalità di insegnamento si riveli inclusiva di tutte le fasce della popolazione.

Q6/Vuole suggerire alcuni programmi/applicazioni che le famiglie possono scaricare per i propri figli?
Molto interessante è Quizlet, per giocare con il lessico. Questa applicazione web è anche un contenitore di attività didattiche già pronte e i bambini, con un solo click, possono giocare online con il vocabolario di qualsiasi lingua. In questo caso, consiglio la versione a pagamento per ovviare all’inconveniente dei pop – up pubblicitari che potrebbero essere poco appropriati per questo profilo di età. Consiglio anche Learningapps, dove sotto la supervisione dei genitori, i bambini troveranno un vasto repertorio di attività didattiche ludiche ed interattive su tutti i contenuti disciplinari.

Job offer 2020-2021

Native English teacher at Accredited Italian Embassy School in Beijing

The Accredited Italian Embassy School in Beijing is inviting applications for a Native English Teacher for the 2020-2021 school year.

Within the framework of the School’s values, the ideal candidate shall inspire love for learning and sense of confidence in the students, while understanding different cultures of the children and recognizing their learning needs through positive relationships.

Qualifications:

  • Degree/qualification for teaching. Degrees in Science of Primary Education, Science of Education, Pedagogy, and Psychology are most favored titles;
  • Former experience in pre- and elementary school;
  • Math teaching skills;
  • Intercultural skills and sensibility;
  • Knowledge of the essential principals of pedagogy and didactics;
  • Knowledge of operative methodology for the organization of the educational context, the management of the activities and the documentation;
  • Knowledge of the “Reggio Children Approach” and “Cambridge Curriculum” will be preferential prerequisites.

Interested candidates must send an e-mail with their CV and a cover letter to: g.ziggiotti@scuolapechino.com.

Selected candidates will be contacted for an interview. The salary details will be disclosed and discussed with the shortlisted candidates.

Poesia per questi giorni di Vittoria Busatto

Ricordate Vittoria Busatto?
Scrittrice e autrice di libri per la didattica della scuola Primaria, impegnata come formatore in corsi di aggiornamento e laboratori di lettura e scrittura, Vittoria collabora spesso con la nostra Scuola in occasione degli spettacoli di Natale e fine anno e per corsi di formazione dei nostri insegnanti.

Vittoria ha scritto “Poesia per questi giorni”. La condivide con tutti i bambini e le famiglie. La ascoltiamo e vediamo in una delicata animazione seguendo questo link: https://youtu.be/XQUiUTHycKE

We hereby share the link to listen “A little poem about these days”, by Vittoria Busatto.
https://youtu.be/XQUiUTHycKE

Un Arcobaleno da Pechino a Mavalà / A rainbow from Beijing to Mavalà

(IT) Un Arcobaleno da Pechino a Mavalà

Il 19 Marzo 2020, in occasione della Festa del Papà, le insegnanti dell’Asilo Mavalà di Macherio (provincia di Monza e della Brianza), hanno condiviso con le famiglie, nell’ambito delle attività di e-learning, un “kit virtuale per andare a caccia di arcobaleni”.

Raccogliendone l’idea è nato il progetto di gemellaggio con la nostra Scuola. 

Obiettivo: coinvolgere anche i nostri bambini nella “caccia” e preparare un video messaggio da condividere con gli amici italiani, per trasmettere a loro speranza e solidarietà. 

Bottiglie di plastica e di vetro, vasi, bicchieri e tanta creatività hanno creato i riflessi colorati in tante case e nazioni. 

Qui il video montato dai nostri insegnanti e il ringraziamento su Facebook dell’Asilo Mavalà.

Atto secondo!

L’asilo Mavalà risponde al messaggio di soliderarietà e  continua il nostro gemellaggio con Pechino. Qui il video.

Costruttività digitale
La scuola dell’infanzia e la sezione primavera sono partite per un viaggio virtuale fino a Pechino,  conoscendo posti meravigliosi ed imparando cose nuove, giocando con le immagini. Hanno scoperto che i limiti dovuti alle distanze, possono essere superati e nuove amicizie posso essere create.

Abbraccio di ombre
L’asilo nido ha preso ispirazione dalla tradizione cinese del teatro delle ombre, creando un abbraccio virtuale rivolto ai tutti voi amici di Pechino.

#andràtuttobene

(EN) A rainbow from Beijing to Mavalà

On March 19th 2020, on the occasion of the Father’s Day, teachers of the kindergarten Mavalà di Mancherio (province of Monza and Brianza), shared with family a special e-learning activity, a “virtual kit to catch rainbows”.

The sister schools project started from their idea.

The objective: to engage our children into the rainbows hunt, and to prepare a video message to share with the Italian friends in order to instill some hope and solidarity in them.

Plastic and glass bottles, vases, cups, and lot of creativity created the colourful reflections in many houses and countries.

Here is the video prepared by our teachers, and the Facebook thank you note from the kindergarten Mavalà.

Part II!

Mavalà kindergaten answers to the solidarity message and continues with the Beijing twinning initiative. Here the video.

Digital Constructivity
Mavalà’s Kindergarten and nursery school took a virtual trip to Beijing, discovering wonderful new places and expanding their knowledge, playing with different images.
They discovered that distance limitations can be overcome and new friendships can be created.

Shadow hugs 
The nursery school was inspired from the Chinese traditional “Shadows theater”, creating a virtual hug for all of you friends from Beijing.

#andràtuttobene

Riunione del Comitato Consultivo di Gestione 21 Febbraio 2020 – Focus Covid-19

Riunione del Comitato Consultivo di Gestione 21 Febbraio 2020 – Focus Covid-19
School Advisory Board Meeting February 21st 2020 – Focus Covid-19

Cari Genitori,
Dear Parents,

A seguito della Riunione del Comitato Consultivo di Gestione della Scuola in data 21 Febbraio 2020, condividiamo il bilancio consuntivo dell’anno scolastico 2018-2019 (esercizio finanziario 2019) e il bilancio preventivo dell’anno scolastico 2020-2021.
Following to the meeting of the School Advisory Board last Friday, February 21st, we hereby publish the balance for the 2018-19 school year (financial statement for the year ended 31stDecember 2019) and preliminary budget for the 2020-2021 school year.

Bilancio Consuntivo 2019
Balance 2019

Bilancio preventivo 2020-21
2020-2021 preliminary budget

Inoltre, riguardo alla richiesta di rimborso delle rette per il servizio mensa, punto sollevato dai rappresentanti dei genitori durante la riunione, si comunica che la Gestione della Scuola, ha approvato il rimborso del 25% della retta mensile per il servizio mensa, calcolata su 12 mensilità, e con riferimento al solo periodo di sospensione della Scuola.
Besides, regarding the request for the reimbursement of the School lunch fees, a topic that was raised by the parents’ representatives during the meeting, we hereby inform that the Management of the School has approved the reimbursement of the 25% of the monthly lunch fees, on a 12-month pro-rated basis, and with reference to the suspension period, only.

New Ambassador of Italy in Beijing, Mr. Luca Ferrari, visits the School

Luca Ferrari, nuovo Ambasciatore d’Italia a Pechino, ha visitato la Scuola Italiana Paritaria d’Ambasciata, Infanzia e Primaria.
Luca Ferrari, new Ambassador of Italy in Beijing, visited the Accredited Italian Embassy School in Beijing, Kindergarten and Primary.

Con piacere ed orgoglio condividiamo il messaggio che l’Ambasciatore ha dedicato alla Scuola e le foto della visita.
We are glad and honoured to share the  message that the Ambassador has dedicated to the School, together with the photos of his visit.

« 1 of 6 »

Condividiamo il video della visita dell’Ambasciatore alla nostra Scuola!
Here we share the video of the Ambassador’s visit to our School!

Post Event: Dal disegno al segno: la storia dei caratteri cinesi

Dal disegno al segno: la storia dei caratteri cinesi
From drawing (design) to a character (sign): history of Chinese characters

Giovedì 12 dicembre le bambine e i bambini della Scuola Primaria hanno incontrato il dottor Giuseppe Mighali, ricercatore e studioso di filologia classica cinese, per un “Parla con me” dedicato a un approfondimento della storia e degli aspetti dei caratteri cinesi. L’incontro si è aperto con alcune domande attraverso le quali il dottor Mighali ha spinto le classi a riflettere sulle lingue che conoscono, in particolare l’italiano e il cinese, per confrontarle e individuarne le peculiarità.
For our monthly “Parla con me” talk on the 12th of December, the girls and boys of the Primary School had the pleasure of hosting Dr Giuseppe Mighali, researcher and expert on Chinese Classical Philology. The talk focused on the design and history of Chinese characters. It started with a discussion regarding what languages the children speak, and how we can compare languages such as Italian and Chinese to distinguish their characteristics.

Il dottor Mighali ha guidato i bambini attraverso le varie fasi della nascita della comunicazione scritta, dai disegni stilizzati fino ai caratteri, utilizzando alcuni disegni ed esempi concreti. Prendendo anche spunto dalla breve video animazione “三十六个象形字” (sanshiliu ge xiangxingzi, i 36 pittogrammi), i bambini hanno analizzato alcuni caratteri, confrontando la versione antica e la rappresentazione moderna, interrogandosi sul perché siano fatti proprio in quel modo.
Dr Mighali explained the various phases of the beginning of written communication, from the first signs and drawings to the Chinese characters we know today. Using some examples, Dr Mighali illustrated how characters have changed the way they look in time. With the help of a short animated video “三十六个象形字” (sanshiliu ge xiangxingzi, the 36 pictograms), the children were able to analyze and look more closely at some characters and to compare their traditional and modern appearance. They then reflected on why specific pictograms look the way they do.

Perché il simbolo dell’erba rappresentava una pianta con le foglie rivolte verso l’alto e il simbolo del bambù una con le foglie rivolte verso il basso? Perché il sole era rappresentato come due cerchi concentrici e la luna come una falce? Come sono cambiati i segni e i significati loro associati con il passare del tempo?
Why does the character for “grass” look like a plant with its leaves facing upwards, while the character for “bamboo” looks like it has its leaves facing downwards? Why is the Sun represented as two concentric circles, while the moon looks like a sickle? How have the design and meaning associated with these characters changed in time?

Dopo aver analizzato vari caratteri, i bambini li hanno divisi in tre gruppi, a seconda che si trattasse di simboli semplici (persona 人ren, cielo 天 tian, campo 田tian etc.), di simboli composti da più elementi (come il carattere usato per indicare l’azione del verbo riposare 休xiu, che in origine rappresentava un uomo seduto sotto a un albero), o di simboli all’interno dei quali viene evidenziata un’unica parte di un elemento più grande (come nel caso della parola radice 本-根gen).
After having looked at a series of characters, the students were then divided into 3 groups: One group looked at simple characters (person 人ren, sky 天 tian, field 田 tian etc.), the second group analyzed characters that comprise more elements (休 xiu – The character for “rest” – which represents a man sitting under a tree), and the third group learned about characters within which an individual part of a bigger element is emphasized (as is the case for the character for root 本-根 gen).

In conclusione, il dottor Mighali ha proposto alle classi un interessante esperimento, che ha entusiasmato tutti i presenti: prendere spunto dai simboli e dai caratteri visti insieme per scrivere un messaggio senza usare parole, ma solo rappresentazioni grafiche stilizzate.
Finally, Dr Mighali suggested an interesting experiment that the children were enthusiastic to try: take inspiration from the various Chinese characters we study to write a message without using words or letters but simple design and stylized drawings.

« 1 of 5 »

logo